26 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

10 ottobre - PIERINO GAVAZZI: ALTRO CHE DOPING, NEL CICLISMO C´E´ IL RISCHIO DELLA COCA

14-10-2010 - News Generiche
ROMA - "Molti corridori dovrebbero fare silenzio invece di lamentarsi per le dichiarazioni di Ettore Torri sul doping nel ciclismo. Non saranno tutti dopati, certamente. Ma molti, moltissimi si. Oggi come oggi vincere a pane e acqua è difficilissimo, non dico impossibile, ma quasi. Specie nelle grandi corse a tappe".

Pierino Gavazzi, 60 anni da compiere il 4 dicembre prossimo è stato uno degli sprinter di punta del plotone negli anni 80. Venti anni di intemerata carriera, tre titoli tricolori (´78,´82,´88) , una Milano-Sanremo (1980), una Milano-Torino fra la ventina circa di grandi corse vinte. E un´idea ben precisa sul ciclismo di oggi che frequenta ancora perché il figliolo Mattia, talentuoso velocista come il padre (34 vittorie nella giovane carriera), ne ha raccolto l´eredità.

"Non possiamo chiudere gli occhi. Vogliamo parlare dei casi successi: da Riccò a Sella a Basso? Il doping è ancora diffusissimo. Oggi se non ti dopi è come andare in battaglia con arco e frecce contro i bazooka".

Ma come? Passaporto biologico; controlli a sorpresa; Uci e federazioni che lottano. E che protestano indignati se gli dici, come ha fatto Torri, che tutti sono dopati.

"A Torri dovrebbero fare un monumento per quello che fa. Certo, non si può dire tutti. Ma tanti, tantissimi, si. Quanto ai controlli, si tappano solo le falle. Mio figlio Mattia dice che sono furbi. Più furbi di lui che è stato fermato per la positività alla cocaina. Ma il doping con questo suo problema non c´entra".

Sarebbe a dire? Cocaina e doping, sono due mondi dai confini assai labili...

"La cocaina è un problema diffuso nel ciclismo molto di più di quanto non si creda. Volete sapere come ha cominciato mio figlio? In ritiro. A 18 anni: ora ne ha 27e tra Sert e psicologi è un calvario. Da junior era un talento, il suo sprint negli ultimi 50 metri era ed è irresistibile. Vinceva. E´ passato in una squadra di categoria superiore e lì sono cominciati i problemi. Nel chiuso dei ritiri talvolta si acquisiscono brutte abitudini. Fuori dal controllo dei genitori e della famiglia succede quello che succede. Purtroppo oggi la droga la trovi dappertutto".

Dunque il modello simil-professionistico imperante già nei 17-18enni è un modello sbagliato?

"Forse. Sei fuori casa, lontano dai tuoi, magari cominci per gioco e poi ti ritrovi con il problema. Non è la regola, ma i rischi ci sono. E forti. E quando se ne accorgono i genitori è troppo tardi".

Tre positività alla cocaina per Mattia, l´ultima nel marzo scorso alla Settima Lombarda...

"I dramma è proprio questo. Ora rischia la radiazione. Con la conseguenza che non potrà più fare il ciclismo agonistico, che comunque per lui è un momento di distrazione e di lontananza dalla droga. Ho una grande paura...

Di cosa?

"Che si perda. Per questo sono andato a parlare con Torri che si è dimostrato aperto e comprensivo. Ho parlato anche con quelli dell´Uci, spero comprendano che quello di Mattia non è un problema di doping, purtroppo".

Da una parte il doping e dall´altra la droga, ma che razza di sport è mai questo?

"Sarebbe uno sport bellissimo, ma è malato dentro. Mattia mi ha detto che direttamente proposte di doping non ne ha avute, ma nell´ambiente non si parla altro che di sostanze, farmaci, pratiche più o meno lecite. E´ una catena, un passa parola continuo. E piano piano emerge l´idea che se non ti aiuti non riesci a competere. Vede, ai miei tempi c´erano gli stimolanti, ma se facevi la vita da atleta potevi emergere anche senza; oggi gira roba che fa una grande differenza. O ti adegui o smetti di correre".



Fonte: sportpro.it



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account