05 Marzo 2024
News
percorso: Home > News > News generiche

doping genetico

23-07-2008 - News generiche
CI SIAMO: ECCO SERVITO IL DOPING GENETICO. UN MEDICO CINESE "VENDE" CELLULE STAMINALI

Finora lo si poteva solo sospettare. Da oggi lo si deve considerare una certezza. Arriva il doping genetico e i Giochi di Pechino probabilmente segneranno il debutto dell´atleta geneticamente modificato. Se è vero che già si possono addirittura acquistare miracolose cellule staminali, capaci di modificare muscoli e sistema cardio-repiratorio, è facile immaginare cosa si possa fare in esperienze scientifiche più elaborate quando sono le istituzioni a puntare, per ragioni politiche, al massimo del risultato: le medaglie. Ci vogliono circa 24.000 dollari (una cifra assolutamente accessibile) per ottenere un trapianto di cellule staminali in un ospedale cinese. La denuncia viene dalla rete tedesca Ard. Un giornalista si è recato nell´ospedale con una telecamera nascosta e, presentandosi come allenatore di nuoto, ha chiesto informazioni su protocolli in grado di migliorare le prestazioni dei suoi atleti. "Le cellule staminali rafforzano le funzioni polmonari, circolano nel sangue e raggiungono gli altri organi. Ci vogliono circa due settimane. Raccomando 4 sessioni di endovenose: 40 milioni di cellule staminali, ma il doppio sarebbe meglio. Più sono, meglio è... Usiamo anche ormoni della crescita, ma deve stare attento perchè rientrano nella lista delle sostanze proibite". Questa la sconcertante risposta di un medico, che ha fatto riferimento al prezzo di 24.000 dollari per il trattamento definito ´sicuro´ anche se non ancora ufficialmente testato sugli atleti. Gli esperti interpellati dalla ARD hanno sollevato dubbi sulla reale efficacia di un simile protocollo. Ma la strada è chiaramente aperta. "Al di là di questa considerazione, tutto ciò è scioccante: va oltre le mie peggiori paure", ha commentato Patrick Diel, esperto di doping genetico. "E´ una sensazione orribile", ha detto il direttore generale dell´agenzia mondiale antidoping (Wada), David Howman. "E´ terribile vedere che queste pratiche possono essere attuate nel paese che sta per ospitare le Olimpiadi".


Fonte: www.sportpro.it
 

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie